PEC: as-le[at]pec.cultura.gov.it   e-mail: as-le[at]cultura.gov.it   tel: 0832246788; 0832242437

Archivio di Stato di Lecce

Servizio riproduzioni

Il servizio effettua la riproduzione di documenti mediante: fotocopie (per documentazione costituita da carte sciolte, di norma a partire dal 1860), stampe digitali in bianco e nero, stampe digitali a colori, scansioni, riprese digitali di immagini su CD-Rom.

L'Archivio si riserva di valutare ogni singola riproduzione alla luce dello stato di conservazione del documento da riprodurre e delle modalità di riproduzione richiesta.

 

MODALITÀ DI PAGAMENTO

Per dare avvio alla pratica è necessario produrre domanda ed effettuare il corrispettivo pagamento, secondo il Tariffario vigente, redatto secondo le Linee guida contenute nel D.M. 108/2024

 Il pagamento è da effettuarsi tramite il Portale dei pagamenti Mic, utilizzando le credenziali di accesso SPID o CIE.

Successivamente occorre:

- scegliere la sezione "Pagamenti online" 

- selezionare l'Istituto beneficiario e compilare gli altri campi obbligatori (servizio, quantità, prezzo, causale "riproduzione")

- cliccare su "Aggiungi al carrello" 

- procedere all' "Invio del pagamento" attraverso carta di credito/debito oppure alla "stampa dell'avviso di pagamento" con il quale sarà possibile finalizzare il versamento recandosi presso gli uffici postali o le tabaccherie autorizzate. 

La fotoriproduzione di materiale archivistico con mezzi propri per uso studio é libera e gratuita (scarica modulo)

Le fotoriproduzioni con mezzi propri per finalità amministrative sono soggette a pagamento (scarica modulo)

 

PUBBLICAZIONE DI FOTORIPRODUZIONI DI DOCUMENTI D'ARCHIVIO

È libera la divulgazione con qualsiasi mezzo, svolta senza scopo lucro, per finalità di studio, ricerca, libera manifestazione del pensiero o espressione creativa, promozione della conoscenza del patrimonio culturale, delle immagini di beni culturali, legittimamente acquisite, in modo da non poter essere ulteriormente riprodotte. In questa categoria rientrano la pubblicazione di immagini in materiale a stampa distribuito gratuitamente, l’ esposizione in mostre ad accesso libero, pubblicazioni on line purché senza inserzioni pubblicitarie e ad accesso gratuito. Nei casi in cui le riproduzioni di beni culturali e/o il riuso delle relative copie o immagini siano effettuati a scopo di lucro, il richiedente è tenuto al pagamento di un corrispettivo, che viene determinato in base al Tariffario ministeriale vigente che determina gli importi dei canoni e dei corrispettivi per la concessione d’uso dei beni in consegna agli istituti e luoghi della cultura statali (adottato ai sensi del D.M. 108/2024).

Per queste pubblicazioni occorre dare comunicazione alla Direzione dell’Archivio di Stato seguendo le indicazioni sull'apposito modulo. Oltre al versamento della cifra da corrispondere per i diritti di pubblicazione dell'immagine, chi intende utilizzarla è tenuto a riportare la segnatura archivistica esatta del documento riprodotto e la menzione "su concessione del Ministero della cultura", oltre a consegnare una copia della pubblicazione (sia essa in formato cartaceo che digitale) all’Archivio di Stato.

 

Responsabile del servizio:

dott.ssa Maria Romana Caforio

 


 

 



Ultimo aggiornamento: 06/06/2024